Architetture

Borsa dei Mercanti a San Pietroburgo

Poco dopo l’arrivo a Pietroburgo nel 1780, Quarenghi ricevette l’incarico di progettare la Borsa sull’estremità dell’isola Vasil’evskij, dove andava costituendosi il polo del commercio marittimo della città.

Poco dopo l’arrivo a Pietroburgo nel 1780, Quarenghi ricevette l’incarico di progettare la Borsa sull’estremità dell’isola Vasil’evskij, dove andava costituendosi il polo del commercio marittimo della città.

L’edificio concepito da Quarenghi consisteva in un grande salone con volta ed absidi, affiancata da atrii porticati collegati alla via da grandi scalee; uno schema che rinviava alle architetture termali dell’antica Roma.

La fabbrica ebbe una lunga e sfortunata vicenda: compiuta entro il 1787 solo nel basamento giunta poi faticosamente fino al tetto e abbandonata quattordici anni a causa delle guerre contro la Turchia e Svezia.

Con grande dispiacere per Quarenghi l’edificio venne demolito e sostituita nei primi anni del XIX secolo da una nuova Borsa, ancora oggi esistente, realizzata su progetto di Thomas de Thomon. 

 

Latest Movies

Most Viewed

Social